mercoledì 21 settembre 2016

settembre 2016 - si riparte

Ed eccoci pronti alla nuova partenza per l'anno scolastico 2016.
Dopo un'estate intensa, approfondimenti vari e valutazioni su quanto fatto finora, ci mettiamo all'opera per continuare il nostro lavoro... in digitale.
Come prima cosa riportiamo le indicazioni per una delle attività che quest'anno vorremmo affrontare con i ragazzi, in particolare con il corso di informatica. Si tratta del Bebras, una sorta di "olimpiadi dell'Informatica" per gli alunni della scuola media (e anche della primaria). Ecco le "dritte" da seguire.


Anche quest'anno il "Concorso Internazionale Bebras" offre a tutti gli allievi e
le allieve
delle scuole primarie (classi quarta e quinta) e secondarie (di primo e secondo
grado) la possibilità di avvicinarsi al mondo dell'informatica in maniera
divertente, attraverso una gara non competitiva. La partecipazione è gratuita.
Gli insegnanti già registrati possono già accedere al sistema di gestione delle
iscrizioni delle squadre alla gara.

https://bebras.it/regolamento.html

Le squadre, composte da 4 allievi, potranno essere
iscritte in seguito (entro il primo novembre). La gara si svolgerà
nella settimana dal 7 al 11 novembre 2016, in concomitanza con le
analoghe edizioni nel resto del mondo. La gara dura al massimo 45
minuti e ciascun Istituto potrà fissare liberamente la data (nella
settimana Bebras) in cui partecipare e l'orario di inizio.

Il Bebras ha lo scopo di promuovere nelle scuole gli aspetti scientifici
dell'informatica. I giochi Bebras sono accessibili anche senza nessuna
specifica conoscenza pregressa: si tratta di piccoli rompicapo che sollecitano
l'uso delle tecniche informatiche di base come la codifica delle informazioni,
la logica, il pensiero algoritmico, l'elaborazione dei dati. Nella versione
italiana si gioca a squadre, enfatizzando così l'importanza del lavoro di
gruppo, così rilevante in questa disciplina.

Il "Concorso Internazionale Bebras" (http://bebras.org) è nato in Lituania nel
2008 e si è velocemente diffuso in tutto il mondo; ad oggi sono più di 50 i
paesi aderenti che ogni anno si riuniscono in un convegno internazionale per
definire i quesiti che meglio si prestano agli scopi divulgativi
dell'iniziativa. Bebras è insignito del "Best Practice in Education" di
Informatics Europe. In Italia, la gara è organizzata dal laboratorio ALaDDIn
del Dipartimento di informatica dell'Università degli Studi di Milano.

Sul sito http://bebras.it sono disponibili alcuni quesiti di esempio, nonché
tutti i dettagli relativi alle modalità di iscrizione, partecipazione, e
utilizzo della piattaforma di gara.

Vi aspettiamo!

lunedì 8 febbraio 2016

I nostri ebook e la nuova connessione in fibra

Il tempo passa e con il nuovo anno 2016, tra un dettaglio e l'altro, sono già 3 anni che la nostra scuola utilizza tablet e Aula Virtuale. Ne approfittiamo per fare il punto su alcuni aspetti organizzativi e dettagli pratici.


I nostri ebooks liberi. Sono ormai sperimentati da tempo e funzionali, qualcuno è in costante fase di elaborazione e gli alunni sono invitati ad utilizzare la versione più aggiornata. Ecco il link alla versione più recente di questi testi.

Storia
volume 1 - storia medievale 
volume 2 - il mondo "moderno" fino al 1800 

Ed. Motoria
Ed. Motoria - testo Unico, valido per il triennio

Geografia
Geografia1 - volume I (geografia generale )
Geografia1 - volume I - supplemento sulle regioni italiane
Geografia 2 - testo completo per il 2° anno
Geografia 3 - testo completo per il 3° anno

Molti genitori ci fanno notare che però, nonostante il tablet e le buone intenzioni, è ancora difficile avere la comodità dei testi sul tablet. E' vero, sembra quasi di essere nella fase più complicata. Le case editrici fanno a gara nel personalizzare le proprie proposte editoriali e quindi ciascuna propone la sua piattaforma, il suo formato proprietario e le sue caratteristiche "avanzate", con il risultato che l'alunno deve destreggiarsi con account e modalità diverse per quasi ogni testo.
E' vero, il formato pdf è piuttosto limitato e non brilla per interattività, ma è una soluzione accettabile per un lavoro dignitoso.
Stiamo cercando di fare il punto anche noi su questi aspetti operativi.
E intanto a scuola abbiamo finalmente una connessione a internet più adeguata. Dai primi di dicembre è arrivata la fibra e mediamente la velocità disponibile è sui 20 Mb in download e 3 in upload (prima era di 7Mb/0,4!). La differenza si sente e possiamo dire che tutti gli alunni possono adesso utilizzare in modo più efficiente lo strumento.

lunedì 14 dicembre 2015

Coding e ancora Coding

In questo avvio di anno scolastico capita molto spesso di incontrare la parola "coding" quando si parla di attività didattiche, di agenda digitale e innovazioni varie.
Da un po' di tempo è presente in rete una pagina ufficiale (con la collaborazione del Miur) che raccoglie tutte le iniziative al riguardo,
Niente di originale o di nuovissimo: sono anni che la programmazione fa parte delle proposte di informatica nella scuola. Fin dai tempi in cui si insegnava ad una piccola tartaruga grafica a creare spirali e quadrati sullo schermo, rovesciando il procedimento didattico che sembrava l'unico possibile, quello cioé di "imparare un linguaggio di programmazione". No, il bello era proprio il contrario: inizia a sperimentare con alcuni comandi semplici come "insegnare al computer a fare certe cose".
Con i ragazzi del laboratorio di informatica siamo sul pezzo da parecchio tempo e pensiamo di estendere un po' questa attività anche a tutti gli alunni per arricchire le nostre competenze digitali.
In poche parole è un modo divertente e giocoso per avvicinarsi alla programmazione del computer; non solo usare il pc per scrivere, leggere e far di conto, ma per eseguire attività, preparare programmi e procedure che il computer deve "imparare a svolgere". Il campo della programmazione è un'arte stimolante e piena di fascino, tra il laboratorio e l'artigiano, tra la teoria e la pratica; nel corso si incontrano le testimonianze di tanti personaggi famosi, da Bill Gates al boss di Facebook.
Si impara così a conoscere i mattoncini della programmazione, le funzioni, le variabili, le iterazioni, le condizioni da rispettare ecc.
Chi sta muovendo le fila per stimolare le scuole a livello internazionale è il sito code.org e noi, come scuola abbiamo attivato anche una serie di link sulla nostra aula virtuale , per tenere traccia del lavoro svolto e fare le cose con la dovuta gradualità. Ma tutti possono curiosare un po' sulle proposte didattiche di questa attività.
Un'altra iniziativa legata a questo sito è proprio "l'ora del coding", l'invito cioé a provare per almeno un po' di tempo a "programmare" in questo modo divertente. Tutti possono provarci e capire che l'informatica può diventare un'avventura affascinante. La pagina da visitare è questa

mercoledì 14 ottobre 2015

Tablet Hannspree – suggerimenti per il ripristino

A tutti gli alunni di seconda media con tablet della Hannspree che presentano problemi tecnici
Questo foglio lo riceverete anche nella vostra mail, sarà utile per i passi successivi
La ditta Hannspree ci ha chiesto di effettuare un aggiornamento e di procedere in questo modo per verificare l’andamento dei tablet e controllare se i problemi riscontrati sono ancora presenti.
A questo punto ecco il lavoro da svolgere nei prossimi giorni.


Il tuo tablet è stato aggiornato alla nuova versione; devi però impostarlo e…ripartire da zero
·         Per prima cosa ricarica bene il tablet
·         dalle Impostazioni controlla e sistema la Data, l’Ora, e  la lingua
·         imposta il tuo account di scuola (cognomenome.ces@fmaristi.eu)
·         Installa l’App Google Policy Device e attivala la scuola potrà così verificarlo
·         Installa Meraki  e iscriviti/enroll utilizzando il codice 092 5112159
·         Installa le altre app indicate in Meraki (almeno le principali)
·         controllare la posta (ti consiglio di inserire nella schermata principale il widget di Gmail)
·         Per evitare perdite di tempo NON impostare nessun blocco del tablet (niente codice o sequenza o gesture…)
Poi utilizza normalmente il tablet e verifica soprattutto questi aspetti e funzioni

Accensione: a tablet spento dovrebbe essere sufficiente tenere premuto il pulsante di On/Off per circa 5 secondi (conta con calma!) e poi rilasciarlo e attendere un attimo che compaia il logo giallo di Hannspree (attento! se si tiene premuto per più di 12 sec. viene riavviato tutto il sistema, invece se il tablet è già acceso deve bastare un secondo per uscire dallo stand-by, verifica quindi il corretto funzionamento)
Fate attenzione che i fermi/blocchi della custodia NON tocchino il tasto di accensione
Reset: per effettuare il reset del tablet occorre tenere premuto il tasto di accensione (on/off) insieme al tasto del volume+, per 5-10 sec.

Controlla con cura i seguenti aspetti e completa con osservazioni precise, che dovrai mandare all’indirizzo profcesano@fmaristi.eu dopo almeno una settimana di attività, quindi entro il 16 ottobre

·         Controllo pulsante di on-off (eventuali problemi di accensione)
·         Fotocamera:
·         eventuali blocchi o spegnimento anomalo
·         funzionamento wi-fi (perdita segnale, altro…)
·         app con problemi di funzionamento (specificare quali…)
·         altre segnalazioni che possono essere utili:

Ti ricordo che i guasti tecnici (pulsante rovinato, schermo rotto, cadute…) purtroppo non possono essere sistemate con l’aggiornamento software: serve un intervento tecnico.
Se hai ancora la scatola scrivici sopra il tuo nome e la classe (se preferisci usa una etichetta…)
NON togliere lo scotch con il tuo nome e la scritta (updated significa che il tablet è aggiornato)
Controllate che sul retro sia ben visibile il bollino con il Numero Seriale (inizia con SN e poi una sfilza di numeri); anzi, ti chiedo la cortesia di SCRIVERLO con esattezza nella mail da inviare.

Buon lavoro 

giovedì 1 ottobre 2015

e con il laboratorio di Informatica... ci diamo anche al meteo

Il laboratorio di informatica di quest'anno va di pari passo con lo slogan marista: ConTigoLoNuevo e quindi le novità saranno molto concrete.Cominciamo subito
Alla fine dello scorso anno era uscita sul web la notizia di un progetto collaborativo per creare una grande rete di siti di rilevamento meteo affidati alle scuole e mediante l'utilizzo di quel piccolo grande giocattolo che è il Raspberry PI. Di che si tratta? Beh, questo ve lo andate a scoprire, ma ovviamente abbiamo aderito all'iniziativa, pensando però che... erano tante le scuole in gioco e quindi le possibilità erano molto remote...
Tra tutte le scuole che hanno fatto richiesta sarebbero state scelte alcune per avviare questo progetto.
Ma proprio ieri ci è arrivata questa risposta: :-)

Hi, 
Congratulations! Your application was successful and your school has been chosen to receive one of our free Oracle Raspberry Pi Weather Station kits (www.raspberrypi.org/education/weather-station/) .

Thanks for your patience—we were overwhelmed by applications and the selection process took longer than expected. We will begin shipping the kits towards the end of October and shipping will continue for a few weeks after that. We can’t say yet exactly when you will receive your kit but we will contact you again shortly to explain the next steps and to provide links to our purpose made weather station site. This will have full instructions for installation, set-up and how to connect to the central database, as well as teaching and learning resources and support.

We think that this is an amazing opportunity to deliver creative cross curricular activities that engage pupils and have a real impact, and to collaborate with other schools around the world. We hope that you are as excited about the project as we are! We’ll be in touch shortly to tell you what happens next.

Regards, Clive Beale
--
Clive Beale  Raspberry Pi Foundation
raspberrypi.org : @clivebeale


Bene, è ovvio che uno dei primi progetti sarà proprio quello di scoprire, allestire e avviare questa stazione meteo e partecipare insieme a questo progetto. 
Se qualcuno è interessato... ci sono ancora posti nel Laboratorio di Informatica del lunedì.

mercoledì 30 settembre 2015

per resettare il tablet ASUS ai valori di partenza...

si chiama "reset hardware", significa riportare il tablet alla condizione iniziale, come era in principio... Quando serve? ad esempio se qualcuno imposta un blocco dello schermo e poi... e poi non si ricorda più la sequenza (eppure era così facile, ne sono sicuro!) per sbloccare la macchina...
Fa perdere un po' di tempo ma consoliamoci: i documenti, la posta e tutto ciò che abbiamo inserito utilizzando il nostro account @fmaristi.eu (che è sotto Google) non viene cancellato o perso.
Per tornare "al punto di partenza" si deve procedere in questo modo.

  1. il tablet deve essere spento
  2. tieni premuto il tasto per abbassare il volume, (volume-)
  3. premi anche (insieme) il tasto per accendere il tablet
  4. conta fino a 674 ... (ok, bastano una decina di secondi)
  5. rilascia i due tasti
  6. il tablet si dovrebbe accendere...
  7. compare un menu tecnico in inglese, con i tasti del volume cercare la voce "wipe data/factory reset" e selezionarla
  8. premere di nuovo il tasto di accensione
  9. compare un altro menu di sicurezza e bisogna selezionare di nuovo la voce "wipe...." e premere di nuovo il tasto di accensione
  10. il tablet inizia ad azzerare tutto...
  11. quando il processo è terminato (compare la scritta "complete") selezionare la riga con "Reboot device" (fai ripartire il tablet)
  12. ... e se tutto va bene il tablet riparte da zero e bisogna quindi impostare l'account e tutte le procedure iniziali

Speriamo di non doverlo fare troppo spesso...

sabato 26 settembre 2015

Come scaricare (e quali) i nostri ebook per la prima media

Bene, la scuola è cominciata e quindi servono i libri. Troverete in questa pagina le indicazioni per accedere ai vostri libri, evitare problemi e giungere "dritti al punto". Questo articolo riguarda soprattutto i libri di testo per la prima media del 2015-16 (ma alcune info sono generali e valide anche per gli altri anni di corso)

Libro di Geografia, Religione e Motoria

li trovate direttamente nella App Meraki che avete già installato sul vostro tablet, guardate nella sezione "Backpack" (il vostro zainetto virtuale) e cliccate sulla parola get per effettuare il download

Libro di Italiano

ITALIANO GRAMMATICA (Isbn 9788824744294)
SENSINI MARCELLO IN CHIARO / VOL A+QUADERNO OPERATIVO

Libro di  MATEMATICA (ISBN 9788841875834) DIGIMAT

Qui di seguito trovate elencati i passaggi che vanno seguiti per iscriversi
al sito della DeAgostini e scaricare Digimat anche da casa. 

  1. Utilizzando google chrome, vai sul sito:  www.deascuola.it
  2. Nella parte superiore della pagina, colorata di grigio, ci sono varie icone. Cliccare su quella con la scritta "Attiva Libro". Si aprirà una pagina in cui voi, che siete nuovi utenti, dovete iscrivervi come studenti indicando Nome, Cognome e l'indirizzo mail. Usate sempre l'indirizzo della scuola cioé nomecognome.ces  seguito dal dominio @fmaristi.eu
  3. Dopo aver inserito i dati andate in fondo alla pagina e cliccate sul pulsante Registrami. Poco dopo vi arriverà una mail per confermare l'iscrizione
  4. Controllate la mail che vi è arrivata, per completare e confermare la registrazione a deascuola.it, dovrete cliccare sul link indicato; Arriverete ad una pagina in cui si dovrà scegliere la password per accedere alla propria area riservata e a tutti i contenuti e i servizi dedicati. Per semplificare le cose vi consigliamo di usare quella già fornita dalla scuola (valida per la mail e l'aula virtuale)
  5. a questo punto dovrebbe aprirsi la vostra pagina personale. Se non si apre potete andare di nuovo sul sito www.deascuola.it e cliccare sull'icona in alto Registrati+Login e accedere alla vostra pagina inserendo la mail e la password che avete scelto.
  6. Una volta entrati nella vostra pagina personale vedrete ancora sulla parte alta l'icona con scritto "Attiva libro". Cliccate e vi verrà richiesto di inserire il codice che e' presente sulla parte interna della copertina oppure il codice ISBN presente sul retro del libro.Se usate il codice ISBN non dovete scrivere i trattini ma solo i numeri. A questo punto dovreste essere in grado di scaricare i libri capitolo per capitolo.